vishuddha-quinto-chakra-della-gola

Il Quinto Chakra, o Chakra della Gola, si trova nella gola ed è associato alla creatività e alla comunicazione. In questo articolo esploreremo l’importanza del Chakra della Gola e come fare per ripristinare il suo flusso energetico.

Il Chakra della Gola è il centro di comunicazione del corpo. Segni e sintomi di un Chakra della Gola squilibrato comprendono: un parlare eccessivo, arroganza, disonestà, timidezza, paura e comportamento manipolativo. Una persona con un Chakra della Gola equilibrato, invece, è in grado di esprimersi bene e chiaramente.

Questo chakra è la sede dell’espressione di sé e può essere visto come un crocevia del cuore e della testa, che funge da mediatore tra emozioni e pensieri.

Il mio Chakra della Gola è aperto?

Quinto chakra

Un 5° Chakra aperto ci permette di esprimere le nostre verità e di ascoltare le nostre voci interiori. Quando questo Chakra è aperto, riusciamo ad esprimere meglio anche la nostra creatività e la comunicazione si fa più chiara.

Da un punto di vista spirituale, questo Chakra è noto come il “cancello dell’anima” e ha il compito di separare i nostri punti di forza interni (emotivi e mentali) ed esterni (fisici). La sfida nel ristabilire il Quinto Chakra sta nell’apprendere come fidarsi della propria stessa voce mentre si impara a dire la propria verità nel mondo esterno.
Se hai ancora dei dubbi prova il nostro Chakra Test.

Quali sono le cause del blocco del Quinto Chakra?

Se non ti senti a tuo agio nell’esprimere i tuoi sentimenti, idee e pensieri, allora il tuo Vishuddha potrebbe essere bloccato.

Se il tuo Quinto Chakra è chiuso o bloccato, probabilmente provi una certa frustrazione quando si tratta di esprimere i tuoi sentimenti. Questo significa che, spesso, non riesci a trovare le parole giuste in certe situazioni, in particolare quando hai paura di perdere qualcosa o qualcuno. Altre paure possono derivare dal sentirsi ridicolizzati o dal timore di offendere qualcuno che ti è vicino.

Le carenze nel Quinto Chakra spesso contribuiscono ad una serie di disturbi fisici che possono includere: squilibri tiroidei, problemi di udito, tonsillite, ulcere della bocca, acufene, bronchite, asma e infezioni dell’orecchio.

Come posso curare la mia gola? Vishuddha

Vishuddha chakra ballo

Mentre i problemi mentali ed emotivi possono spesso presentarsi con sintomi fisici legati ad una qualche malattia, ammalarsi fisicamente può avere anche un profondo effetto sul sistema dei Chakra.

Di seguito sono riportate alcune semplici tecniche per allineare e purificare il Quinto Chakra:

1. Affermazioni positive

Una grande affermazione da includere nei tuoi mantra quotidiani potrebbe essere: “Rilascio volentieri tutte le paure e le negatività che mi impediscono di affermare la mia verità”.
Oppure: “Voglio affermare amorevolmente la mia verità e consento al mio Sé Superiore di parlare attraverso di me. Uso le mie parole per creare bellezza in questo mondo.”

2. Prova a cantare

Cantare è un metodo fantastico per schiarirti la gola, quindi perché non inizi, ad esempio, a cantare sotto la doccia? Oppure mentre vai al lavoro. Quando ti sarà possibile, prova a cantare.

3. Pensa ad una luce blu

Il blu è il colore del Chakra della gola.

Prova a pensare ad una bella e brillante luce di colore blu: quando visualizzi questa luce, inspira e immaginala mentre riempie la tua gola di luce, purificandola. Quando espiri, poi, immagina di liberare tutto lo stress e la tensione che hai accumulato.

4. Meditazione guidata

Anche attraverso la meditazione guidata è possibile attivare il 5° Chakra. Ci sono molti video su YouTube disponibili e diverse tracce audio gratuite da poter scaricare online, che possono guidare i neofiti in una meditazione passo-passo.

Una potente meditazione del respiro per curare il Vishuddha

Siediti in una posizione comoda e chiudi gli occhi.
Cerca di osservare e di allineare i tuoi pensieri alla respirazione – ogni respiro entra dalle narici e poi passa attraverso la parte posteriore della gola e nei polmoni.
Ora espira lentamente dalla bocca, facendo uno sforzo cosciente per ascoltare il suono (una specie di “ronzio”) associato all’aria che esce dal tuo corpo.
Quando inspiri, il suono sarà un po’ diverso.
Ripeti questo canto proveniente dall’antico sanscrito e goditi il suono ininterrotto e cristallino della tua voce ogni volta che entra e poi lascia il tuo corpo.

5. Scrivi un diario

Esprimersi sulla carta è una delle cose più catartiche che si possano fare per liberare la propria verità interiore. È per questo che il journaling è uno dei metodi migliori per avere delle intuizioni spontanee ed ottenere una crescita personale costante; perché quando scrivi, sei solo tu e la tua penna e hai la possibilità di scavare in profondità.