secondo chakra

Il Chakra Sacrale è il secondo Chakra ed è noto per essere il centro del piacere, del divertimento e della creatività.

Situato nell’addome inferiore, il Chakra Sacrale rappresenta il vero centro del “Tu”. Questo Chakra ha origine dalla parola sanscrita “Svadhishthana”, che si traduce come “il proprio posto” e si riferisce agli aspetti reali e non contaminati del tuo essere. Il colore associato al Secondo Chakra è l’arancione, che rappresenta il calore e l’emozione. Chi ha un Secondo Chakra equilibrato irradia calore ed è in grado di parlare apertamente delle proprie emozioni.

I Chakra possono essere descritti come punti di incontro dei canali energetici attraverso i quali scorre l’energia. La guarigione è necessaria quando il Chakra è troppo aperto oppure è bloccato.

Svadhisthana è il centro del piacere: quando questa energia è salutare, porta una potente e naturale sensazione di intimità nell’individuo che la prova. Questo Chakra viene considerato forte e salutare quando le idee di passione e di intimità sono percepite come piacevoli e naturali, e portano una sensazione di felicità al tuo corpo e spirito. La vita è gioiosa e luminosa.

Coloro che hanno un Chakra Sacrale bloccato incontreranno problemi emotivi e di intimità all’interno delle proprie relazioni, proprio perché questo è particolarmente legato alle emozioni e all’intimità.

L’uso improprio di energia sessuale e altri problemi che riguardano l’etica, l’autostima e la creatività, possono derivare da un Chakra Sacrale bloccato.

Come capire se il Secondo Chakra è bloccato?

Come fare a capire se il tuo Secondo Chakra è sbilanciato? In generale, le persone con un Chakra Sacrale sbilanciato tendono ad avvertire vergogna, sensi di colpa o dolore interno.

Quando ci si trova in questo stato, passione e amore sono molto difficili da riconoscere e praticamente impossibili da nutrire. Il dubbio, la depressione e l’accettazione della falsa realtà sono tutti problemi seri quando il Chakra Sacrale non è al suo meglio.

Nel momento in cui risulta sbilanciato, il 2° Chakra può influenzare ogni altro Chakra del tuo corpo e tutto il tuo essere – ecco perché è così importante occuparsi e mantenere una buona salute di Svadhisthana.
Quando il Chakra Sacrale è sbilanciato, una persona può provare instabilità emotiva, paura del cambiamento, disfunzione sessuale, depressione o dipendenze. Una volta compreso come funziona, sarà più semplice riguadagnare parte di quella passione di fondo che vuole cercare di uscire.

La tua energia si è spenta in una o più aree della tua vita? Trovi particolarmente difficile persino eccitarti? Cerchi di ricordare anche come fare per rimetterti in moto? Se ti trovi in ​​questa situazione, allora è il momento di dare un’occhiata al tuo Chakra Sacrale e di rimetterlo in linea, in modo da poter godere a pieno della bellezza e dei benefici della vita, e di tutto ciò che ha da offrire.

Quali sono i segnali che indicano un 2° Chakra aperto?

secondo chakra aperto

Le persone con Svadhisthana aperto in genere sono:

  • Appassionate;
  • Presente nel loro corpo;
  • Sensuali;
  • Creative;
  • Collegate ai loro sentimenti;
  • Emotivamente stabili;
  • Gioiose per la maggior parte del tempo.

Quali sono i segnali che indicano un 2° Chakra bloccato?

Le persone con Svadhisthana bloccato, invece, si sentono generalmente così:

  • Trovano difficile relazionarsi con altre persone e con il mondo che li circonda;
  • Non riescono ad equilibrare le proprie emozioni;
  • Non riescono a provare emozioni;
  • Si sentono insicure;
  • Non riescono a gestire i cambiamenti della vita;
  • Hanno una forte mancanza fiducia in sé stessi.

Altri segni che possono indicare un 2° Chakra chiuso includono: depressione, ansia e paura costante, una completa mancanza di gioia nella propria vita.

Quattro modi per curare Svadhisthana

Per bilanciare il tuo Chakra Sacrale dovrai semplicemente fare ciò che più ti rende felice…e farlo sempre di più! Si tratta di fare tutte cose semplici come, ad esempio, ballare e cantare, oppure semplici esercizi da praticare con regolarità, come lo yoga o la corsa.

Prova anche a meditare e a visualizza il colore arancione, che è il colore del Chakra sacrale e, soprattutto, lasciati andare. Imparare a lasciar andare le emozioni malsane, persone e ricordi che ti fanno star male: si tratta di un momento cruciale, in quanto stai lasciando andare il tuo bagaglio emotivo negativo e stai creando spazio ed energia per migliori opportunità.

chakra sacrale

Inoltre, ci sono specifiche posizioni yoga che possono essere eseguite per controllare questo centro di piacere e passioni. Queste posizioni includono tutti i “saluti al sole” – in sostanza, si deve passare attraverso tutte e 12 le posizioni per ritrovare l’equilibrio e assicurarsi che siano sempre centrate il più possibile. Di solito, per ottenere migliori risultati, si consiglia di eseguire queste posizioni la mattina presto, dopo essersi svegliati.

Anche altri metodi come la digitopressione, l’unione sessuale, il massaggio e lo sport di contatto, si sono dimostrati utili per bilanciare Svadhisthana. Se possibile, è meglio mescolarli tra loro e dare a ciascuno la possibilità di fornire il giusto equilibrio.

Quali sono i quattro modi per curare questo 2° Chakra e assicurarsi che una persona sia sulla strada giusta verso la passione ed il piacere?

I “saluti al sole” dello yoga, menzionati precedentemente, sono un buon inizio e possono essere un punto di partenza da praticare la mattina presto. Si consiglia, inoltre, di farsi fare dei massaggi sul corpo per aiutare il corpo a rilassarsi.

Un altro metodo da non sottovalutare è quello della digitopressione. Esistono molte parti rigide del corpo umano che tendono a causare problemi ed è consigliabile utilizzare la digitopressione come mezzo per liberarsi da questa tensione. Con l’aiuto delle giuste tecniche, la digitopressione può fornire un enorme sollievo a coloro che stanno cercando di “guarire”.

Il suono del mantra che corrisponde al Secondo Chakra è il suono VAM. Cantando VAM, le vibrazioni si apriranno e riusciranno ad allineare questo chakra. Il colore del 2° Chakra è l’arancione, mentre le pietre preziose sono ambra, calcite, corniola o ematite. Dunque, puoi immaginare un bagliore arancione brillante, una luce curativa che riempie tutto il basso ventre. Per curare una specifica lesione o malattia, concentrati sulla parte in questione del tuo corpo e “invia” il respiro e il colore arancione verso di essa.

I mudra o il gesto della mano associati al Chakra Sacrale sono chiamati Sakthi Mudra. Con i palmi delle mani davanti al petto, premi insieme il mignolo e l’anulare. Piega i pollici nei palmi delle mani, all’interno dell’indice e del medio. Quindi, premi le nocche di queste due dita insieme (nella foto) oppure tienile separate. Questo gesto può essere usato durante la meditazione e può aiutare ad aprire il Chakra.

In sintesi, il Chakra Sacrale può essere facilmente sbloccato per consentire all’individuo di avere creatività e gioia in abbondanza nella propria vita.